• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Flowers of wisdom
Flowers of wisdom

If there are obstacles, not 'the infinite

If you can count, not the stars

If you tremble or shake, and not 'a mountain

If increases or decreases, is not 'an ocean

If it passes over the bridges, not 'a river

If you can 'grasp, and not' the rainbow

Here are the parables of the six external perceptions

Milarepa



THE CORONA VIRUS, VACCINES, AND THE ETHERIC BODY Duane C.

E-mail Print PDF
Duane Carpenter a The Reappearance of the Christ
THE CORONA VIRUS, VACCINES, AND THE ETHERIC BODY
What is the effect of vaccines on the etheric body?
There are exceptions, but generically speaking vaccines are the unlawful entry of foreign substances into the physical and etheric bodies that were never intended to be there and thus can create numerous imbalances as well as allowing multiple poisons into the physical body.
Everything physical effects the etheric body for good or bad and the need for vaccines indicates the etheric body of some individual or some group has been so severely compromised it cannot summon up its own naturally occurring antibodies to correctly destroy the invading disease and must therefore rely on some outside influence.
Let us keep in mind that there are always exceptions and one much take all of the various circumstances into consideration before making choices. The theme of this next quote below by Master DK is primarily around vegetarianism but it equally applies also to the health and well-being of any individual’s immune system.
“One of the great errors into which the human family has fallen has been the endeavour to administer mineral drugs to man for medicinal purposes. It has resulted in a combination of deva substances which was never intended. The relation of man to the lower kingdoms, and particularly to the animal and mineral, has brought about a peculiar condition in the deva world and has tended to complicate deva evolution. The use of animal food (and the use of minerals as medicine in a lesser degree) has produced a commingling of deva substance, and of vibrations which are not attuned to each other. The vegetable kingdom is in a totally different situation, and part of its karma has lain in the providing of food for man; this has resulted in a needed transmutation of the life of that kingdom into the higher stage (the animal) which is its goal. The transmutation of vegetable life takes place necessarily on the physical plane. Hence its availability as food. The transmutation of the life of the animal into the human kingdom takes place on kama-manasic levels. Hence the non-availability, esoterically understood, of the animal as food for man. This is an argument for vegetarian living which needs due consideration.
(TCF 646-7)
“All ill health, sickness and disease is the result of a lack of Soul awareness” DK
If the majority of humanity who have now contacted the Corona Virus had done the necessary purification of the their lower vehicles which include right diet, right action, right aspiration, and right thought they would have developed the natural antibodies and etheric strength to either ward of these types of infectious disease upon first contact, or at worst become naturally inoculated by them with minimum difficulty.
A healing meditation and alignment previously shared for healing purposes.
“The strengthening of the etheric web will be aided by means of the violet light, with its corresponding sound, administered in quiet sanitariums.”18 from Master DK
The color of the four ethers, or the “violet four” of the etheric body are:
4th ether – violet (dark purple).
3rd ether – amethyst (lighter purple or violet).
2nd ether – lilac (light violet).
1st ether – “a glorious translucent lavender”.(TCF)
Visualise these colours pouring through the etheric body that envelops the physical, expanding and scintillating your personal energy network. Invoke the energies of your own soul to pour down its vital healing force through all the vehicles of the personality – mental, astral and etheric-physical. There is the prophylactic for the virus and general health.
Then extend your own personal field to your family, local environment, community, city, nation – eventually encompassing the entire planet, linking up with friends and groups everywhere.
via Fred Van Acker
 

Rays and Initiations Bailey - D.K.

E-mail Print PDF

"....The Hierarchy has its own life and its own goals and objectives, its own evolutionary rhythm and its own spiritual expansions ; these are not the same as those of the human kingdom.

These goals and rhythms will become more familiar to thinking men as the Hierarchy approacher closer to the physical plane.

This inclusive and planned activity of the Hierarchy is related to spiritual incentives which have their roots in Shamballa.

There the life aspect is being almost violently stimulated through the action of the Lords of Liberations Who have swept into planetary activity because of the use of the second Stanza of the great Invocation - which was used potently by members of the Hierarchy.

Again, it was not used by Them solely on behalf of humanity, or for the liberation of mankind; it had hierarchical implications also and was in part a demand by the Hierarchy for permission to move along the Way.

The releasing of the " saving force " because the hour of service had arrived, permitted (at the same time) the inflow of an aspect of energy which never reached humanity at all and was not intended for strictly human use, but which was retained by the Hierarchy for the vitalising into renewed livingness of the seven major Ashrams, thus enabling the entire Ashram of the Christ to lift itself on to a higher spiritual level and closer to the door which leads to Life...."

R.I. *335 Bailey -

 

Commentaries about the Fourth Initiation Michael Robbins' video

E-mail Print PDF

https://youtu.be/e2k7NZ3LY_8

 

Raising your eyes to Heaven TPS

E-mail Print PDF

http://blog-en.theplanetarysystem.org/2020/04/04/raising-our-eyes-to-heaven/

 

Prospettiva esoterica sulle epidemie dagli scritti di Alice Bailey

E-mail Print PDF

Prospettiva esoterica sulle epidemie dagli scritti di Alice Bailey

L'attuale pandemia di coronavirus sta naturalmente sollevando molte domande da parte degli studenti

della Saggezza Eterna e abbiamo quindi preparato una compilazione di brani rilevanti sull’argomento estratti

dagli scritti di Alice Bailey. Nel libro Guarigione Esoterica si parla molto di malattie delle vie respiratorie e dei polmoni,

e il coronavirus rientra in questa categoria; tuttavia non abbiamo incluso passaggi che riguardano specificamente

l'influenza e la tubercolosi, ma questi argomenti possono essere ricercati online.

Mentre il coronavirus condivide alcuni degli stessi sintomi dell'influenza, una chiara differenziazione tra i due è spiegata

in questo rapporto di commenti [in inglese] di Tedros Adhanom Ghebreyesus, Direttore Generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

Qui ci concentriamo su ciò che è detto in modo specifico sulle epidemie, e lasciamo agli studenti della Saggezza Eterna

formulare le loro riflessioni sull'attuale pandemia. Estratti dagli scritti di Alice Bailey

(N.B.: i numeri delle pagine degli estratti fanno riferimento alle pagine dell’edizione inglese del testo)

Nel seguente passaggio viene fatto un commento generale sulla relazione tra le epidemie e la condizione della sostanza eterica del pianeta:

“Il diffondersi di ogni sorta di epidemie fra le moltitudini si deve a particolari condizioni della sostanza eterica planetaria.

È vero che le malattie comuni a tutti, nazionali, di razza o planetarie, trovano la loro strada verso l’individuo tramite il suo corpo eterico,

ma non sono così personali nelle loro implicazioni.” Guarigione Esoterica (GE), p. 25 La Gerarchia Spirituale

sa giocare un ruolo nel controllare le epidemie in certa misura, in base ad un’ampia varietà di fattori quali il karma

e il libero arbitrio dell’umanità: “Esiste … un segreto … connesso ai sette raggi che si esprimono nel regno umano;

il fatto di conoscerlo consente al Maestro di controllare le epidemie e le malattie a larga diffusione, ma per il momento

ciò non è di alcun interesse per voi. Dirò solo che la relativa assenza di epidemie e malattie infettive

che seguono di solito la scia della guerra, è dovuta parzialmente all'applicazione di questa settemplice

conoscenza da parte della Gerarchia, oltre alle conoscenze scientifiche dell’umanità stessa.” GE, p. 598 Sebbene non possiamo sapere fino a qual punto la Gerarchia Spirituale possa controllare l’attuale pandemia, è consolante sapere che Essa collabora con l’umanità per quanto Le consentono le leggi spirituali. Tuttavia, i membri della Gerarchia stanno Essi Stessi imparando i segreti dei processi della natura, incluso il segreto cui si fa riferimento nel passaggio precedente: “… sono due gli autorizzati gerarchici che oggi conoscono appieno quel segreto, il Mahachohan e il Suo Rappresentante di settimo raggio, che nell'applicare tale conoscenza sono coadiuvati da altri cinque Maestri. Questi operano principalmente con l’evoluzione dei deva che, come sapete, è connessa con la forma e in questo caso particolare con i deva della guarigione. Questi sette Membri della Gerarchia sono aiutati, a loro volta, da uno dei Buddha di Attività, nonché dal rappresentante dello Spirito della Terra. Si tratta ancora dei due, dei cinque e poi dei sette — enumerazione differente che, assommata a questi ultimi due, dà il nove, simbolo dell’iniziazione. Questo rapporto numerico guida l’uomo al punto in cui è ‘iniziato al mondo della perfezione e non conosce più né dolore né pena e la sua mente, distolta dall’inferiore, si volge al superiore’. Ho illustrato questa fase del rapporto fra umanità e salute per mostrarvi quanto sottili ed esoterici siano questi argomenti e affinché il malato ne ricavi un senso delle proporzioni, per quanto riguarda i suoi mali corporei e anche la morte.” GE, pp. 598-9 Alcuni guaritori iniziati lavorano con le epidemie: “Alcuni [guaritori] — rari e lontani fra loro — sono in rapporto con lo Spirito della Terra, Governatore di tutti i signori lunari. Con certe formule e molta pratica, possono invocarne l’aiuto e, di fatto, comandarlo. Sconsiglio chiunque di riflettere troppo su questo metodo, di tentare quel contatto o invocarne l'assistenza. Solo gli iniziati di grado elevato possono operare senza pericolo con questo potente Elementale involutivo; lo fanno solo in occasione di epidemie e di catastrofi internazionali come l’ultima guerra, in cui furono coinvolti migliaia e migliaia di corpi umani. Chi, meno progredito, tentasse di stabilire un siffatto rapporto, non farebbe che stimolare a tal punto i signori lunari del suo piccolo sistema da infondere troppa energia nella natura inferiore, correndo rischi mortali.” GE, pp. 646-7 Il potere del pianeta di assorbire le forze negative che derivano della condizione psicologica dell’umanità spesso si spezza all’indomani delle guerre: “La capacità di assorbimento del pianeta è grandissima, ma non illimitata; proprio questi limiti spiegano, ad esempio, le epidemie che succedono alle guerre. Quando la guerra è conclusa e l’epidemia dileguata, le conseguenze che queste epidemie hanno sull’umanità sono gravi. Specie nell’Europa orientale, il genere umano non si era ancora del tutto ripreso dalle epidemie che seguirono la prima parte della guerra mondiale, quando scoppiò la seconda. Gli effetti psicologici continuano; le ferite e gli effetti della seconda guerra mondiale persisteranno per altri cinquant’anni anche se le epidemie, grazie alla maggiore conoscenza scientifica, saranno sorprendentemente arginate entro certi limiti. Ma la cosa è ancora incerta. Solo il tempo dimostrerà fino a che punto l’uomo saprà evitare le sanzioni imposte dalla natura oltraggiata.” GE, pp. 248- 9 La relazione tra le epidemie e il corpo eterico: “1. La causa immediata della malattia risale al corpo eterico individuale quando la difficoltà è locale, o al corpo eterico planetario (in particolare a quello del quarto regno) quando si tratta di epidemie o guerre che coinvolgono grandi quantità di uomini. 2. Il corpo eterico non è finora considerato come effettivamente esistente dalla medicina ortodossa, nonostante la tendenza moderna a studiare la vitalità negli alimenti, nelle vitamine somministrate per provocare una reazione vitale. È il primo sintomo della necessità, ancora inconscia, di accrescere la potenza del corpo vitale. 3. Lo stato del corpo eterico protegge dalla malattia, conferendo la forza necessaria per resistere all’aggressione di elementi epidemici o deterioranti, o predispone al male per sua debolezza intrinseca. 4. Il corpo eterico è il meccanismo della vita pranica e sottostà al noto sistema nervoso oggettivo, esteriore, che alimenta e muove tutte le parti dell’organismo fisico. Il rapporto fra centri, nadi e sistema nervoso è il vero campo della nuova medicina e sarà il campo più importante di ricerca. 5. Due sono le cause principali di tutte le malattie: a. Prima di tutto, la carenza o l’eccesso di stimolo dei vari centri. Ciò comporta semplicemente l'attività difettosa o eccessiva di qualche centro in una parte del corpo. Quando il flusso di energia è commensurato alle esigenze del corpo fisico a qualunque stadio del suo sviluppo, praticamente non esiste pericolo di malattia. b. In secondo luogo gli effetti karmici insiti nelle tre massime malattie planetarie: cancro, tubercolosi, sifilide. Un giorno la medicina accerterà che qualsiasi singola malattia (esclusione fatta per incidenti e guerra) ha in sé queste tre grandi tendenze del corpo umano. E’ un'importante verità fondamentale.” GE, pp. 274-5 La relazione tra lo stato evolutivo della coscienza dell’umanità e la malattia: “La malattia scompare solo quando l’anima, in modo consapevole e con la cooperazione della personalità, fa del corpo un tempio e lo pervade continuamente di luce; è un vero e proprio processo scientifico e, nelle prime fasi del discepolato (quando l’anima inizia la presa sul suo strumento, la personalità), ciò dà origine a un inevitabile conflitto, all'aumento della tensione e sovente a disarmonia e gravi malesseri, con una sequela necessaria di disturbi e di effetti spiacevoli. Tutto ciò sarà poi superato, ma nel frattempo, mentre sono presenti e sentiti, la sofferenza fisica e psicologica è molta e vi si aggiungono tutte le difficoltà, più o meno grandi, che affliggono il genere umano. Negli uomini poco evoluti, questo conflitto (di coscienza) è praticamente inesistente; hanno minore sensibilità ai disturbi sottili derivanti dai tre sistemi interconnessi summenzionati, ma d’altro canto esiste una rispondenza molto maggiore alle tre malattie inerenti alla Terra, all’infezione, al contagio e quindi alle grandi epidemie che colpiscono nazioni intere e vaste regioni del pianeta. Col progredire dell’umanità, le malattie diventano più ‘personali’ (se così posso dire), in rapporto meno specifico con la collettività o col gregge. Sorgono infatti entro la stessa personalità e, anche se connesse alle malattie collettive, sono dovute a cause individuali.” GE, pp. 192-3 Un certo numero di malattie sono ambientali ed epidemiche: “… numerose infermità sono ambientali ed epidemiche; o dovuti alla sintonia dell’individuo con correnti di veleno che emanano dall’odio mondiale, o a complessi psicologici, in parte già descritti, oppure a malattie (se così posso chiamarle) che sono proprie della materia stessa con cui l’umanità ha scelto di costruire il suo veicolo fisico, isolandola e separandola dalla sostanza generale della manifestazione e in tal modo creando una sorta di materia consacrata all’obiettivo di dare forma all’espressione esterna della realtà interiore. Ciò costituisce dunque un aspetto peculiare e unico della sostanza universale, giunta a relativa perfezione nel precedente sistema solare e sicuramente di ordine più elevato rispetto a quella che vibra creativamente al richiamo dei tre regni subumani in natura. Ogni studio occulto della malattia deve partire dal principio fondamentale che essa è il risultato del cattivo uso della forza, in questa vita o in altre precedenti. Ciò è fondamentale.” GE, pp. 111-2 Le malattie rientrano in cinque principali categorie, una delle quali è la seguente: “Malattie contagiose (epidemiche o endemiche) che hanno origine di gruppo e quindi coinvolgono l’individuo in quanto parte del karma del suo gruppo, ma generalmente non connesse al suo karma personale.” Psicologia Esoterica, Vol. II, p. 547 Gli effetti dello stato evolutivo del nostro Logos Planetario: “Il problema dell’umanità riguardo all'imperfezione è complicato, non solo perché le sette Energie che informano e vitalizzano sono ‘contaminate da imperfezioni’, ma anche perché lo stesso Signore del Mondo a confronto, ad esempio, del Logos solare, è lungi dall’essere perfetto; ecco perché la Terra non è un pianeta sacro. Sanat Kumara, si dice, è il divino prigioniero di questo pianeta, quivi costretto ‘fino a quando l’ultimo stanco pellegrino non abbia trovato la via verso casa’. Tale è il Suo grave karma, che pure è l’espressione del Suo desiderio e della Sua gioia; gli ‘stanchi pellegrini’ sono gli atomi (umani o non umani) del Suo corpo e sono imperfetti per via delle Sue imperfezioni; Egli sarà liberato quando tutte quelle particelle saranno ‘risanate’.” GE, p. 298 La stanza che segue, la quarta di sette, indica la qualità delle energie discendenti e le contaminazioni che queste energie portano e trasmettono a tutte le forme che sono vitalizzate dalla vita del nostro Logos Planetario: Il Signore del Quarto Raggio: “IV. ‘Il Grande Essere lottò e scese in guerra. Quanto incontrò fu per lui motivo per sfoggiare potenza. Nel quarto trovò un campo di battaglia e si dispose a combattere. Vide il giusto, conobbe l’errore e vibrò fra i due, assalendo prima l’uno, poi l’altro, ma sempre lontano dal punto di mezzo dove non esiste battaglia, ma solo armonia, calma, riposo e silenzio colmo di pace. Indebolì tutte le forme che da lui traevano forza e potenza. Eppure, perseguì sempre la bellezza, ricercando la leggiadria e desiderando la pace. I cicli lo portarono alla disperazione e la volontà di vivere non poteva sopravvivere nella disperazione. Eppure, durante tutto il tempo, la bellezza era lì.’ Ciò indica con chiarezza perché l’umanità (il quarto regno) soccomba tanto facilmente e rapidamente alla malattia. I conflitti cui continuamente reagisce, sia in forma collettiva che individuale, finché non siano intesi e usati come mezzo per trionfare e progredire portano a una continua diminuzione di vitalità. Ne consegue che la sua capacità di resistere al male diminuisce e resta aperta praticamente a tutte le specie d’infermità corporali. Disperdere energia equivale a indebolire la facoltà di resistenza; ne risulta debilità e la prontezza con cui si cede malamente alle malattie inerenti allo stesso pianeta, nonché il rapido diffondersi delle infezioni e dei contagi. Questa energia del conflitto è la causa delle epidemie e l’influenza è una delle sue maggiori manifestazioni.” GE, p. 301 Sebbene non specificamente connesse alle epidemie, le malattie dovute alla preoccupazione e all’irritazione derivanti dal corpo astrale sono coinvolte nei casi di “influenza planetaria” e, dunque, devono essere anch’esse tenute in considerazione: “Perché queste difficoltà del corpo astrale sono così pericolose e gravi? Ansia e irritazione sono nocive perché: 1. Diminuiscono la vitalità a tal punto che si resta predisposti alla malattia. Il flagello dell’influenza è proprio causato dalla paura e dall’ansia, e quando il mondo si sarà liberato dall’attuale stato di panico, quel male sparirà. 2. Sono così infettive, dal punto di vista astrale, che abbassano la vibrazione dell’atmosfera astrale al punto da rendere difficile all’uomo, sempre in senso astrale, di respirare liberamente. 3. A causa della condizione astrale di paura, l’ansia e l’irritazione sono oggi così diffuse che si possono considerare come epidemiche in senso planetario. 4. L’irritazione (non l’ansia) ha effetti infiammatori, produce infiammazioni penose da sopportare e causa molte difficoltà. È interessante notare che certi disturbi agli occhi sono appunto suoi effetti. 5. Ansia e irritazione impediscono la vera visione. Esse sbarrano la vista. Chi ne è vittima non vede altro che i suoi mali, sprofondando così nell’autocommiserazione, nell’egoismo, o in una netta condizione negativa e la sua vista si offusca, con danno per il gruppo cui appartiene. Ricordate che l’egoismo può essere di gruppo oltre che individuale. Ho elencato ragioni sufficienti, riguardo agli effetti di ansia e irritazione, per dimostrarvi la portata del problema. Parlare dei rimedi oggi serve a poco. Non serve dire a un malato d’influenza (quando la malattia è al culmine): ‘Non è niente, non farci caso, alzati e torna al lavoro’. E non serve ripetere agli uomini: ‘Non abbiate paura. Lasciate le preoccupazioni. Tutto andrà per il meglio’. Nessuno vi crederà, per buona sorte, perché non è vero. Le cose non vanno bene e né l’umanità, né la vita Planetaria sono in buona salute. La Gerarchia lo sa e opera per migliorare la situazione. Quando il peggio dell’‘influenza planetaria’ sarà passato (e il paziente sopravvissuto), si faranno le ricerche e gli sforzi necessari per prevenire una ricaduta. Per ora non c’è altro da fare che calmare il malato e tenere bassa la febbre. Questa è appunto l’opera del Nuovo Gruppo di Servitori del Mondo e degli uomini di buona volontà intelligenti. Il loro nome è Legione.” GE, pp. 70-1 Per finire, il potere della buona volontà: “Lo sviluppo della buona volontà, che è la volontà di intento e movente di bene, guarirà le malattie dell’apparato respiratorio, gola e polmoni, darà stabilità alle cellule cerebrali e curerà la pazzia e le ossessioni, instaurando ritmo ed equilibrio. L’uomo sarà allora longevo, poiché la morte interviene solo quando l’anima riconosce di aver compiuto la sua missione e di meritare il pralaya. Essa si presenterà quindi a grandi intervalli di tempo, governata dalla volontà dell’uomo. Egli cesserà di respirare quando avrà terminato il suo compito e invierà gli atomi del suo corpo in pralaya. Questa condizione è il sonno del fisico, la fine della manifestazione, ma il suo significato occulto non è ancora compreso.” GE, p. 108

 


Page 7 of 207


We have 14 guests online