• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Flowers of wisdom
Flowers of wisdom

 
If there are obstacles, not 'the infinite

If you can count, not the stars

If you tremble or shake, and not 'a mountain

If increases or decreases, is not 'an ocean

If it passes over the bridges, not 'a river

If you can 'grasp, and not' the rainbow

Here are the parables of the six external perceptions

Milarepa



Economia e Finanza - TPS - Italiano » Segni del Cielo

E-mail Print PDF

Economia e Finanza

La spiritualizzazione del denaro … fa parte di un servizio mondiale veramente necessario ed ora può avere inizio in modo soddisfacente; deve però essere svolto con intuizione spirituale, giusta tecnica e vera comprensione. La purezza del movente e l’altruismo sono sottintesi. … Il processo di liberazione iniziato con la liberazione dell’energia dell’atomo svolta per opera dell’umanità … col passare del tempo, introdurrà la nuova civiltà, il nuovo mondo migliore e le condizioni più belle e spirituali. I sogni più elevati di coloro che amano il prossimo potranno divenire delle possibilità pratiche, grazie all’uso corretto dell’energia liberata, se i valori reali saranno insegnati, messi in rilievo e applicati alla vita quotidiana. L’uso costruttivo di quest’energia e il suo sfruttamento per migliorare le condizioni dell’umanità sono il vero scopo; quest’energia vivente della sostanza stessa, finora rinchiusa nell’atomo e imprigionata in queste forme ultime di vita, può essere volta interamente al bene e può determinare una tale rivoluzione nell’esperienza umana che richiederà e determinerà una struttura economica mondiale interamente nuova. Il futuro del mondo è nelle mani degli uomini di buona volontà e di tutti coloro che coltivano scopi altruistici. Questa liberazione dell’energia alla fine toglierà l’importanza al denaro, quale lo conosciamo; a causa delle limitazioni dell’uomo esso si è dimostrato causa di male e seminatore di dissensi e di malcontento nel mondo. Questa nuova energia liberata potrà dimostrarsi una “forza salvatrice” per tutto il genere umano, liberandolo dalla povertà, dalla bruttura, dalla degradazione, dalla schiavitù e dalla disperazione; distruggerà i grandi monopoli, toglierà la maledizione dal lavoro e aprirà la porta di quella età aurea che tutti gli uomini aspettano. Livellerà tutti gli strati artificiali della società moderna e libererà gli uomini dalla continua ansietà e dalla fatica estenuante, responsabili di tanta malattia e morte. Quando saranno instaurate queste nuove condizioni migliori, allora gli uomini saranno liberi di vivere e muoversi in bellezza e di cercare la “Via Illuminata”.(liberamente tratto da L’Esteriorizzazione della Gerarchia. di Alice A. Bailey, pag 627 ingl.)

In questi giorni, con lo sguardo del cuore rivolto al cielo eliocentrico, possiamo scorgere Venere, la nostra Guida solare, solcare per la seconda volta nel corrente anno (il suo periodo di rivoluzione, espresso in termini terrestri, è di circa 225 giorni) il terzo settore, sacro per la nuova Cultura alla nuova Economia, dello spazio zodiacale condizionato dalle energie di Cancer, il Segno indicato in Astrologia Esoterica come il principale trasmettitore per la nuova Era, dell’energia del 3° Raggio: Luce, Intelligenza, Piano, Creazione, Economia. Tale evento quindi ci offre l’occasione di portare ancora una volta l’attenzione sul tema proposto con il precedente articoloEconomia e Finanza.

Si è pensato di introdurre l’argomento ponendo l’accento su questa importante indicazione: spiritualizzare il denaro, poiché, sempre più frequentemente si sente dire che se il denaro venisse usato correttamente e se le attività nel campo finanziario poggiassero sui valori, l’umanità di qualsiasi paese, di qualunque colore della pelle e fede religiosa, otterrebbe con rapidità quanto da sempre reclama: pace, giustizia e sicurezza. Pur se vero, altrettanto spesso si pensa che questo riguardi soprattutto coloro che operano in tali settori. E’ tempo quindi di comprendere che ciascun individuo nella propria realtà, è un operatore economico, un amministratore di risorse, e quindi, come tale è chiamato ad agire sempre al meglio e per il massimo bene comune, anche quando difficile rimane la lezione da imparare.

Il denaro, si legge nel testo Il discepolo e l’economia di Lucille Cedercrans, è una forma, un oggetto fisico che simboleggia la vita del desiderio di ogni essere umano presente oggi sul pianeta, tutti i suoi desideri separativi, le sue ambizioni.  Questo è il potere conferitogli dalla personalità, il potere cioè di manifestarsi a seconda di come la personalità individuale o di gruppo, interpreta desideri e ambizioni. E visto che non esiste individuo o gruppo che sia privo di una sua vita di desiderio, ogni lezione che porta ad imparare come appropriarsi di questa particolare forma per farne un giusto uso, risulta particolarmente difficile. Attualmente è possibile dire che ogni cosa nel nostro mondo – e cioè sul piano dell’apparenza fisica – ha il suo valore monetario. Persino il tempo vi rappresenta un fattore molto importante essendo anch’esso misurato in questi termini, tanto che si suole dire: “Il tempo è denaro”.

Per questo è necessario che ciascuna persona, ciascun gruppo e/o nazione, diventi sempre più consapevole e responsabile e attraverso la mente del cuore comune, si impegni a comprendere l’uso corretto di questo potente strumento.

A tal proposito giova ricordare le parole di Alice A. Bailey, scritte verso la metà del secolo scorso,: È tempo che il denaro venga rivalutato, utilizzato e incanalato in direzioni nuove … Chi potrà farlo se ogni nazione combatte per se stessa e tutte accusandosi reciprocamente di volere accaparrare le risorse materiali e finanziarie della terra e nel frattempo l’umanità soffre la fame, rimane nell’ignoranza, è allevata secondo falsi valori e usa male il denaro?. … Come risolvere una simile caotica situazione finanziaria? … In che modo gli uomini in generale, gli uomini di buona volontà e di visione spirituale possono aiutare? Possono fare qualcosa per cambiare il modo di pensare riguardo al denaro in modo da farlo affluire entro canali in cui potrà essere usato più correttamente? La risposta risiede in queste stesse persone. Due gruppi di uomini possono fare molto: coloro che già hanno nelle mani le risorse finanziarie mondiali, se coglieranno la nuova visione e vedranno anche che il vecchio ordinamento sta per crollare, e le moltitudini di uomini buoni, di ogni classe e condizione … una grande opportunità è loro offerta se avranno il coraggio e la pazienza di compiere il lavoro necessario.

Gli uomini di buona volontà e di tendenze spirituali devono rendersi conto che ora (in questo periodo critico e cruciale) possono agire con grande efficacia … e se affronteranno compatti il problema del denaro, potranno cambiarne l’orientamento in modo permanente.

Non occorre una grande campagna per raccogliere denaro, ma l’opera disinteressata di migliaia di uomini apparentemente senza importanza. Direi che la qualità più necessaria è il coraggio; occorre coraggio per superare la diffidenza, la timidezza e il disgusto di presentare un problema connesso col denaro … Oggi è relativamente facile raccogliere denaro per i più diversi motivi, ma oltremodo difficile per diffondere la buona volontà o per assicurare l’uso corretto del denaro a favore d’idee che guardano al futuro … Perciò il primo requisito è il coraggio. La seconda cosa richiesta è di compiere i sacrifici e gli adattamenti che permettono di dare al massimo delle proprie possibilità. Non basta presentare l’argomento con abilità, ma è necessario mettere in pratica ciò che si dice – come diceva Gandhi è necessario diventare il cambiamento che vogliamo vedere –  Si deve anche imparare che tanto la domanda che la risposta devono procedere da un fine spirituale, e che quanto si chiede non deve servire a usi personali o per una organizzazione o chiesa particolare. Nella incipiente nuova Era, la richiesta di aiuto finanziario deve essere fatta per promuovere i giusti rapporti umani e diffondere la buona volontà… Perciò, il terzo requisito è il servizio all’umanità una. Il quarto requisito consiste nell’accurata presentazione della causa per la quale si chiede aiuto finanziario, è importante che la causa venga presentata con intelligenza … il quinto requisito: una vitale e sicura fede nell’umanità quale un tutto unico. Bisogna bandire ogni pessimismo circa il futuro dell’umanità e ogni rimpianto del vecchio ordine che scompare. Il buono, il vero e il bello sono in arrivo e l’umanità ne è responsabile. L’umanità si sta rapidamente risvegliando. Sono tempi in cui ogni cosa viene proclamata. Quando leggiamo o ascoltiamo di tante brutture, di tanti delitti, di tanto sperpero di denaro per soddisfare i sensi e per il lusso, ci perdiamo di coraggio; ma è bene che tutto ciò venga alla superficie e che lo si sappia. Tutto questo … è presagio di tempi nuovi e migliori.(liberamente tratto da L’Esteriorizzazione della Gerarchia. di Alice A. Bailey, pagg.625-631 ingl.)

La veniente nuova Era ha acceso quel processo di avanzata comune, guidato dalla Luce, l’Intelligenza divina, che ha valore non solo per l’umanità intera, ma anche per il Pianeta e per l’intero Sistema. Naturalmente anche l’economia e il denaro, che ne condividono l’energia, saranno travolti da questa profonda trasformazione. Questo riuscirà ad eliminare quel grave errore collettivo in atto, che induce a considerare il denaro, che peraltro è una cristallizzazione proprio di questa 3° Energia, come causa di male e seminatore di dissensi e di malcontento nel mondo. Re-identificare il denaro per concepirlo come un aspetto intelligente e fluido della sostanza sarà, quindi, quel primo passo che consentirà di imprimergli, anche scendendo sul piano degli affari, una corretta direzione orientata alla costruzione di forme buone, belle e giuste. E andando così di Luce in Luce, si riuscirà a dare vita a quella saggia programmazione e a quello sforzo unificato, proprie dell’attività intelligente della nuova Cultura, per una nuova Civiltà.

Dedicarsi a costruire con la mente ciò che diventerà oggettivo, imparando a ridurre lo iato tra il modello ideale e la sua manifestazione, non potrà che portare a rapidi, anche se a volte drastici, cambiamenti nella vita e vicende dell’umanità. Ma in tal modo ogni cambiamento rappresenterà una forza dinamica di crescita e sviluppo spirituali.

Faranno seguito una nuova programmazione e un nuovo sforzo per cercarne la legge, darle forma, correlarla alla vita e vicende quotidiane, e applicarla per il miglioramento collettivo. Ma già ora, il discepolo, colui che riesce a stare nella Luce, è chiamato a compiere un tale servizio e a dirigere la sua intuizione, con la mente del cuore in perfetta Libertà, a produrre la forma necessaria.

Un esempio di questo sottile lavoro, è stato dato da Enzio Savoini, quel grande Artista del Pensiero che, come indicato nella presentazione della sua opera, ha pensato le basi teoriche di una nuova cultura e una nuova civiltà, fondate su leggi universali geometriche e sonore, aprendo la via per la consapevolezza umana a funzioni e conoscenze più vaste. Un vero e proprio insegnamento fiorito dal triplice seme del M. Tibetano, dell’Agni Yoga e dell’Armonica e che ora si palesa, quando il vecchio mondo è in frantumi e il futuro già si prepara e chiama alla nuova impresa. Non si presenta dunque l’opera di un uomo, ma quella di un discepolo che è stato il canale di espressione di una coscienza di gruppo – fondamento dell’era che albeggia – suggerendone leggi, metodi e attitudini. Il pensiero profondo e luminoso dell’Autore ha dissodato i campi della comprensione e dell’indagine umana partendo da un unico assunto: lo Spazio è vivo e cosciente ed è il “contenitore” universale della Vita. Su questa pietra posano fondazioni che reggono sviluppi e strutture nuove di pensiero, quali ad esempio:

– l’osservazione del Cielo centrata sul Sole e basata sui sette raggi e su leggi armoniche, per scoprire le geometrie sonore e causanti dei cicli planetari;

– la psicogeometria, che consiste nel riconoscere che la geometria è vivente e dotata di qualità, e l’uomo ne è costantemente nutrito e influenzato;

– lo studio sui cicli planetari applicato alla storia, che ha fornito un esempio e una chiave di lettura del passato come storia delle idee e non come racconto di fatti, metodo ugualmente applicabile per presagire il futuro.

– l’ipotesi dell’esistenza del “campo fotofonico”, il campo energetico composto da SuonoLuce, creativo e costruttivo, che dà origine ad ogni cosa e dove si ode la luce e si vede il suono;

– la riflessione sul Numero, nella quale si rigetta lo zero, fonte di illusione e caos. Si riscopre il Numero come entità viva e cosciente, la cui considerazione è il fondamento stesso della civiltà, poiché da esso discendono tutte le scienze. Realtà del Numero in cui rivive l’antica sapienza pitagorica;

Lungo la linea di pensiero dedicata allo studio sui cicli planetari applicato alla storia, con lo sguardo rivolto al Cielo per leggerne i segni e il pensiero orientato al Futuro, ha cercato anche di vedere quei passi verso la nuova Economia che, in un prossimo futuro, l’umanità, sempre più consapevole della propria luminosa essenza, saprà muovere:

si fonderà l’Istituto delle energie planetarie e solari e l’economia verrà intesa non più quale espediente umano, ma quale legge fondamentale del Sistema solare, si affermerà gradualmente l’idea che per comprenderla e gestirla ci si deve attestare al massimo livello e tener conto dei molti fattori finora ignorati.

Il denaro sarà inteso e usato quale energia solutrice dei problemi economici mondiali. In questo campo grandi ostacoli (avarizia e cupidigia) si verranno ad opporre al vero progresso, ma si combatterà una battaglia decisiva …

La perequazione delle risorse planetarie procederà di buon passo. Si fonderanno Istituti per la cura della proprietà comune del genere umano. Il concetto d’economia si dilaterà, con benefiche conseguenze. La distinzione fra ricchi e poveri si attenuerà. Si comincerà a pensare che nessuno è ricco se qualcuno è povero.

Infine, quando la battaglia volgerà al trionfo, una delle massime fonti di dissidio fra gli uomini si comporrà: nessuno è ricco e nessuno povero, perché nessuno possiede. Questa meta sarà raggiunta senza imposizioni. (liberamente tratto daStudio Ciclico della Sesta Epoca)

Un sogno, forse, ma E.S. soleva ricordare che il ricorso pratico al Sogno, volontario, libero, di gruppo, dedicato al Bene comune, allevia l’inquieta insicurezza di chi comincia a operare nella sostanza mentale con scopi elevati e definiti. Gli basta riprendere confidenza con la sua prodigiosa facoltà creativa, che gli è nota fin dall’infanzia, ed esercitarla con potenza e successo via via crescente. Una tale pratica, quando sia abituale e progressiva, non mancherà di illuminare a poco a poco le sue proprie tecniche e regole, e queste, apprese in tal maniera, non causeranno imbarazzo. Non c’è dubbio che “sognare un evento futuro” sia molto più facile da comprendere e praticare che “costruire una forma-pensiero”, ancorché i due processi siano uno solo, alfine, (diario 1990, inedito).

 

THE PRESENT MOMENT Feminine & Masculine Consciousness & Sacred Alchemical Marriage (Part 1) SHARON LYON

E-mail Print PDF


THE PRESENT MOMENT Feminine & Masculine Consciousness & Sacred Alchemical Marriage (Part 1)
The Feminine has the capacity to feel & sense the Whole and become a Vessel for Higher Will. Her Path and the Her Call is one of Surrender & Receptive Embodiment.
The feminine within us all, regardless of gender, has been mainly disconnected, until now. Without ‘her’ the masculine has lived within a predominantly 3-D personal world view, has been caught up in linear time and unable to see or surrender to the Mystery & wholeness, complexity & perplexity of Life & Reality as it unfolds. Its been too ‘busy’ acting as some kind of psuedo demi-god or hero, trying to predict or control outer events or circumstances, speak on behalf of life or benefit from it, while remaining oblivious or accepting no responsibility for the actual ‘state’ of the world or just about anything.
In Trans-Himalayan occult wisdom, Mars is a non sacred planet and so is Earth. Its pretty easy to see the connection with this statement when you view the masculine and its domination on this planet at this time. Add in the general raping of nature, slaughter of animals - and each other, the history of battles & war & today’s escalation into even more ‘sophisticated’ war games and military style herding and you have a few recogniseable themes.
Each of us, hopefully, is becoming more aware of the lower vibrational limitations of a masculine head centric consciousness that doesn’t really care about anyone or anything else except its own ‘select’ mind games. This isnot just the mark or by product of an analytical mind gone mad, but its also the mark of an unintegrated, non solarised ego that resides in both men and in women, indiscriminately.
I notice my own tendency in the past towards an intellectual approach to life with a masculine mind-set that invests time & energy into trying to ‘achieve’ something, without too much awareness or care for how limiting this approach is. In trying to ‘understand’ the apparent chaos of what’s going on, a masculine approach not only takes you away from the Living Moment, but also from a more feminine gut & belly trust and ‘sense’ of things. The tools of the intellect can be great but also just like a bad ‘master,’ it tries to dominate & dictate life, of which it has basically no idea.
Sacred Marriage or the ‘coming together’ of masculine & feminine consciousness in men and women, not only holographically brings us closer to reality but also allows us to dance in its refreshing mist. The alchemy & deeper integration between the two paths, grounds us in ‘BEING” and in ‘DOING’ and at the same time opens the Higher Temple Doors.
Venus is said to be where the ‘Light of the Soul’ pours forth and its so easy to see how the Feminine is connected here. Feminine energy, even though receptive, isnot inactive but in an embodied Soul is a ‘conscious transducer’ or Vessel for Divine Will.
A masculine centric view is looking for an independent life. But how could the personal in any form and the Transpersonal be seperate? Embodied Spirit can be a unique individualised transmission but not a separate one. Illusion busting is part of feminine super powers, Feminine consciousness is great at it, being more naturally sensitively aware of the Whole, as well as the Beauty and subtleties of Life’s interrelationships.
Sovereignty doesn’t mean you simply bolster an individual/independent egoic “I” which doesn’t in reality even exist, nor does Freedom mean you can now guiltlessly embrace your desires.
With consciousness & conscious choice, the gift of “FREE WILL’ allows you to choose to align with Higher Divine Will and then without effort & through Grace, a seamless meshing takes place that allows a new unique “I” experience of LIFE.
The Feminine Path is one of surrender which allows the potentiality to be more surrendered to Higher Will. Her Journey is not one of passive acquiescence, but with her you embark on an initiatory journey into complete & utter surrender to what IS.
The root of the word ‘passive’ along with ‘compassion’ comes from a latin word meaning, “capable of suffering’ and I can share from deep experience that part of the Feminine Journey IS to suffer.
WHY?
Its part of the ego shedding process of surrendering to what IS.
That’s one hell of a ride! What IS instead of what the ego or masculine aspect of ones lower nature wants it to be? Try that one on for size. I see now how this goes hand in hand as preparation for when the masculine aspect of one’s nature also surrenders the battle. The cost, eventually being too high.
The pelvic floor is the seat of Feminine consciousness. Kunt, Kundalini & Queen also share the same root. When we incarnate we are ‘crowned’ by her and blessed by her sacred juices. Her’s is the path of embodiment.
Nothing happens that isnot inclusive of the body, however dissociatedly the mind attempts to rule. Every pontification of the ego-mind happens literally within the framework of feminine embodiment. Mind cannot achieve wholeness.
The Masculine in some way seems fixated on death. Such is its propogation, propoganda and in some sense, passion. In its lower aspect its afraid of its own demise and does anything and everything ‘not to die.’ In my current view the best thing the masculine can do on one level is to “die.” Die to its illusory seperate existence, die to its grasping and personal ambition, die to its limited perceptions, controls and grand-standing.
Reborn the masculine births into the Real World and into the “VIBRANT UNKNOWN” seeing it, the world, LIFE and its possibilities, maybe for the first time.
The Feminine as a fractal of the Divine Life is in harmony with Nature and receptive to Divine Will. Her Path and offering is not one of submission and certainly not to any masculine ego, but to the Ground of BEING that She Herself IS. Achieved through Surrender to a profound stillness found in Only in the Present Moment, Peace comes, along with Rest, a rest that seeks no-thing having realised Intrinsic connection with Every-thing.
Spirit, Source, the grounded ‘Still Point’ recognised in the body. The Integrated Genius that imbues every-thing with ease & from which perfect spontaneous timeless action arises & through which synchronicity or Divine Intelligence flows.
Perfect activity nourished by the perfect stillness.
This is the Sacred Marriage Bed, the Alchemical Marriage of Masculine & Feminine. Nothing of any value or reality is possible without it. Choice is one thing, being already betrothed is another.
With the deepest humility I bow to what IS. The joke is I could never have asked for or created anything better! An ordinary, extraordinary vessel of the Divine. I AM the Vessel and the cool, thirst quenching nourishing water that Springs from IT .... and the Roaring Silence of the Present Moment and the ROAR!
Hallelujah!

 

The Mother of the World - AGNI -

E-mail Print PDF
Mother of the World

The manifestation of the Mother of the World will create the unity of women. The task now is to create a spiritually sovereign position for the woman.
And the transmission to woman of direct communication with the Highest Forces is necessary
as a psychological impetus. Of course, through the new religion will come the necessary respect. Leaves of Morya's Garden - Book 2
- Illumination (1925) - 2.4.9.

Urusvati. It is time to say that this is the name we have given to the star which is irresistibly approaching the Earth.
Since long ago it has been the symbol of the Mother of the World, and the Epoch of the Mother of the World must begin
at the time of Her star's unprecedented approach to the Earth.
The Great Epoch is beginning, because the spirit understanding
is linked with the Mother of the World. Even to those who know the date it is marvelous to behold the physical approach
of the predestined. The approach of this very great Epoch is important; it will substantially change the life of the Earth.
A Great Epoch! I rejoice so much, seeing how the new rays are piercing the thickness of the Earth. Even though in the beginning
they are hard to bear, yet their emanation induces new elements, so needed for the impetus. New rays are reaching the Earth
for the first time since its formation. Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 2.4.11.

The Mother of the World appears as a symbol of the feminine Origin in the new epoch, and the masculine Origin voluntarily
returns the treasure of the World to the feminine Origin. Amazons were the embodiment of the strength of the feminine Principle,
and now it is necessary to show the aspect of spiritual perfection of woman. Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 2.5.2.
The Star of the Morning is the sign of the Great Epoch which will flash as the first ray from the Teaching of Christ.
For who is to extol the Mother of the World if not Christ, the One so demeaned by the world. Leaves of Morya's Garden - Book 2
- Illumination (1925) - 2.5.5.

I have already told you that the Mother of the World conceals Her Name. I have already shown you how the Mother of the World
veils Her Face. I have already made mention about the Mother of Buddha and Christ. From times immemorial the Mother of the World
has sent forth to achievement. In the history of humanity, Her Hand traces an unbreakable thread.
On Sinai Her Voice rang out. She assumed the image of Kali. She was at the basis of the cult of Isis and Ishtar.
After Atlantis, when a blow was inflicted upon the cult of the spirit, the Mother of the World began to weave a new thread,
which will now begin to radiate. After Atlantis the Mother of the World veiled Her Face and forbade the pronouncement of Her Name
until the hour of the constellations should strike. She has manifested Herself only partly; never has She manifested Herself
on a planetary scale. Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 2.8.11.

Now, more about the Mother of the World. The Mother is Beauty; the world is self-sacrifice. Precisely by these two fundamentals
are the Gates opened. Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 2.8.12.
The unprecedented deviations of planets help the awakening of consciousness. The Space is becoming dense,
and the ray of Mars will be drowned in the light of the Mother of the World. Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 2.8.13.
The spheres of the elements are of dazzling beauty, and besmirching them is like destroying a wonderful flower.
I feel that the teaching of pure thoughts will penetrate into people's consciousness. The sower of thought gathers the harvest.
Therefore, with the Mother of the World all-seeing cooperation is unavoidable. The state of the substance of the space, pierced
by the combinations of new rays, permits the beginning of the New Era. All Good should be gathered.
Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 2.9.7.

Let the things of everyday life vanish, but let the country of the future be embodied in thought.
And what cleanses the spirit more thoroughly than the thoughts about the welfare of others?
And what tempers the armor of steadfastness better than the wish to lead others to Light? And what weaves a better smile
than a desire to see the very last child laughing? I urge you to think thus about the future, to place daily a pearl into
the necklace of the Mother of the World.. And so, concisely and simply think how to adorn the Hearth of the World.
Leaves of Morya's Garden - Book 2 - Illumination (1925) - 3.3.10.

In Our Hindu writings you have encountered the expression "play" applied to cosmic concepts.
The play of the Great Mother of the World - is it not visible to the illumined consciousness? And the drama of blood
- is it not changed in the light of radiant matter. Yet for the radiant play it is necessary to have a prepared hour.
New Era Community (1926) - 216.
The old world rejected the Mother of the World, but the New World begins to perceive Her lustrous veil.
Agni Yoga (1929) - 55.
 

Mysteries of the Kingdom of Shambala

E-mail Print PDF

https://youtu.be/oktO3VnMqOM

 

The Prophecy of Shamballa - Joanna Macy -

E-mail Print PDF

https://youtu.be/1fVqrFNIRAc

 
  • «
  •  Start 
  •  Prev 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  7 
  •  8 
  •  9 
  •  10 
  •  Next 
  •  End 
  • »


Page 1 of 120


We have 7 guests online