• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Nature
Nature

For the Irish in all of us.

E-mail Print PDF

This is one of the most beautiful renditions that Rona Downey made. 

A MUST LISTEN -- "Just for You . . . An Irish Blessing  . . . Great for Peace of Mind."
Especially at the end.  Hope you enjoy this.

For the Irish in all of us.

           Link:             

http://www.andiesisle.com/ThisBlessingIsForYou.html

 
 

International Whaling Commission's controversial proposal to legalize commercial whaling has failed.

E-mail Print PDF
If _only whales could scream then the world might listen

Dear Leni,

I'm thrilled to announce to you that the International Whaling Commission's controversial proposal to legalize commercial whaling has failed.

This stunning news comes after IFAW supporters around the world voiced their opposition to the plan through hundreds-of-thousands of phone calls, emails, letters, postcards, and petition signatures.

Today's announcement shows how truly vital our work is - whether it's our hands-on work rescuing and caring for animals, or our efforts to influence international conventions like the International Whaling Commission.

Wherever animals need our care and protection - we are there - and I can't thank you enough for joining us in this mission.

Of course, the fight to protect whales goes on, as they face more threats than ever:

  • Japan, Norway, and Iceland have continued to hunt whales despite the ban on whaling.
  • The world's oceans are crowded with fishing gear that can entangle whales, and large ships and vessels that can strike and injure or kill them.
  • Whale calls which used to span entire oceans are drowned out by the constant sound of ship engines, underwater construction and oil exploration.
  • And scientists are still exploring the many ways that climate change could affects whales, and us all.

So while we can allow ourselves a deep breath to celebrate today's result, let's take this opportunity to redouble our efforts to protect these magnificent creatures from all of the threats they face.

Thank you!
Fred O'Regan Signature
Fred O'Regan
IFAW CEO

 

Salva le foreste!

E-mail Print PDF

Osservatorio sulle Foreste Primarie http://www.salvaleforeste.it

In Ucraina, minacciosi uomini in nero aggrediscono con motoseghe accese pacifici manifestanti e abbattono alberi facendoli sfracellare sulla testa degli ambientalisti.
In Cile, una inutile e faraonica diga promossa dall'Enel minaccia di compromettere per sempre le meraviglie naturali della Patagonia.
Le purissime acque del lago Baikal, la perla della Siberia, sono minacciate da una pestilenziale cartiera cui il governo russo concede tutti i permessi di inquinare.
E poi gli indigeni malesi Penan, da anni in prima linea per proteggere le loro foreste, e gli indios Guarani in Brasile, aggrediti dai latifondisti che hanno rubato loro terre e foresta.
In tutto il mondo, le foreste hanno bisogno di te. Basta un click per aiutare associazioni ambientaliste e gruppi indigeni a proteggere il bene più prezioso che abbiamo.

Ucraina: ferma l'assalto degli uomini in nero
Nel cuore del Gorky Park:, squadre di Uomini in Nero che assaltano di difensori della foresta, bastonando, facendo cadere alberi sopra la loro testa, e abbattendo illegalmente pezzi di foresta. 50 uomini vestiti di nero anno assaltato e demolito l'accampamento di attivisti che protestavano contro l'abbattimento degli alberi del Gorky Park, a Kharkiv. I forestali si sono scagliati sui manifestanti brandendo le motoseghe accese, mentre la polizia ha osservava l'assalto senza intervenire. Dopo l'aggressione però, la polizia ha arrestato in modo arbitrario una decina di ambietalisti, malgrado i tagli fossero stati dichiarati illegali dal Ministero dell'Ambiente. Sostieni gli ambientalisti ucraini

Un progetto sbagliato minaccia la Patagonia: scrivi all'ENEL
Gli ambientalisti della Patagonia si oppongono al progetto dell'ENEL: faraoniche dighe idroelettriche min acciano la Patagonia: 12 riserve forestali protette, con 15.645 ettari devastati dagli impianti, e altri 4.6 milioni di ettari di paesaggi naturali degradati. Un elettrodotto ad alta tensione attraverserà la Patagonia, fino alla capitale, con 2.200 chilometri di linee ad alta tensione, toccando otto regioni e 64 comuni.
Le dighe, costruite in zona sismica, rischiano di trasformarsi in autentiche bombe a tempo, mentre la distruzione dell'ambiente annulla il potenziale turistico dell'intera regione. Gli ambientalisti sostengono l'impiego di fonti alternative meno dannose per l'ambiente come l'energia eolica, solare e geotermica, che assieme a una maggiore efficienza energetica delle centrali idroelettriche già in funzione, sarebbero in grado di soddisfare il fabbisogno energetico del paese.  Invia una lettera all'Enel

Proteggi il Baikal
Il Lago Baikal, la perla della Siberia, è un unico patrimonio universale dell'Unesco. Ora è minacciato da un decreto del governo russo, che permette a una grande cartiera di scaricare rifiuti tossici sulle sue rive Scrivi al Direttore Generale dell'UNESCO Irina Bokova per difendere questo patrimonio unico al mondo!
Greenpeace propone di inviare una lettera al direttore generale dell'Unesco

Ferma la caccia all'Indio
Osmair Martins Ximenes, indigeno Guarani del Brasile meridionale, è l'ultima vittima del conflitto tra allevatori e Indios in Brasile. Altri due membri della sua comunità, Kuretê Lopez e Ortiz Lopez, sono stati uccisi nel 2007 da sicari assolti dagli allevatori, nel tentativo di occupare le loro terre ancestrali.
Nel 2007 la corte federale aveva imposto al governo di demarcare le terre tradizionali degli indios, ma al progetto si sono fieramente opposti gli all evatori, che già occupano gran parte delle terre indigene, e anche il governo ha ostacolato lo sviluppo del progetto. Da allora si è scatenata la violenza dei latifondisti. Lo scorso dicembre, una ventina di Guarani sono stati torturati mentre tentavano di occupare le proprie terre nel comune di Iguatemi, presso la frontiera col Paraguay. Questo gruppo di Guarani era stato espulso negli anni cinquanta dagli allevatori, e costretto da allora a vivere nelle riserve di Sassoró e Porto Lindo. A ottobre, nel corso di un attacco a fuoco da parte di sicari degli allevatori presso la città di Paranhos, i maestri di scuola Rolindo Vera e Genivaldo Vera sono scomparsi. Scrivi una lettera al Ministro brasiliano

Petizioni precedenti:

Chiedi alla Chevron di riparare ai danni in Amazzonia
Tra il 1964 e il 1990, la Texaco, sussidiaria della Chevron, ha deliberatamente riversato milioni di barili di rifiuti tossici senza sostanziali bonifiche. Convocata in giudizio, la Chevron ha messo in moto una costosa macchina di lobbisti, avvocati e aganzie di relazioni pubbliche,  per evitare le proprie responsabilità sul disastro ambientale e per far passare il caso sotto silenzio.
Il verdetto, dopo anni di battaglia legale da parte delle popolazioni indigene dell'Ecuador, è imminente. La Chevron si è sempre rifiutata di bonificare i siti inquinati, perfino se costretta da un tribunale: "Combatteremo il verdetto fino a quando non sarà congelato. E allora lo batteremo nel ghiaccio". E ora stanno usando la diplomazia statunitense per forzare l'Ecuoador a una soluzione accomodante.
Awaaz propone una petizione per aiutare le foreste e i loro popoli: scrivere al direttore nuovo direttore della Chevron affinché si assuma le proprie responsabilità

Proteggere il Grande Lago della Siberia
Le associazioni ambientaliste siberiane hanno finalmente ottenuto la chiusura della discussa cartiera di Baikalsk, che per deenni ha riversato nelle cristalline acque del Lago Baikal 100.000 metri cubi di scarichi tossici al giorno.
Il Baikal è il lago più profondo del mondo, oltre 1.500 metro di profondità. La sua enorme massa d''acqua fino ad oggi ha compensato l''inquinamento, ma una volta compromesso, saranno necessari secoli prima che le sue acque completino il ricambio.
La Continantal Management, l''impresa che controlla la cartiera, sta ora tentando di ottenere dal governo ulteriori fondi per rinnovare gli impianti e riprendere la produzione, tenendo in ostaggio i 1.400 lavoratori appena lincenziati e privi di alternative. L''econ omia della zona era stata basata sullo sviluppo della cartiera, mentre è necessario sviluppare un piano di sviluppo basato su tecnologie verdi.
Le associazioni del Baikal chiedono proprio un piano di sviluppo territoriale basato sul turismo e su energie rinnovabili. E la definitiva chiusura della cartiera.

Greenpeace al Presidente indonesiano
Greenpeace ha condotto proteste pacifiche nella penisola di Riau Kampar per denunciare la distruzione delle foreste pluviali e delle torbiere, proprio a supporto del suo impegno nel ridurre le emissioni di gas serra in Indonesia. La maggior parte delle emissioni dell’Indonesia derivano dalla deforestazione, che ha portato il Paese a occupare il terzo posto nella classifica dei paesi emettitori. Il Governo Provinciale di Riau, con il supporto della polizia locale, ha arrestato ed espulso gli attivisti di Greeenpeace e i giornalisti.
Greenpeace chiede al Presidente indonesiano Yudhoyono di mettere fine a queste continue tattiche intimidatorie usate contro gli ambientalisti e i media, e di prendere immediati provvedimenti per fermare la deforestazione e la distruzione delle torbiere in Indonesia

Malesia: aiuta gli indigeni Penan a proteggere le foreste!
I Penan tornano a bloccare le strade di accesso alla foresta. Armati di frecce e cerbottane hanno eretto i blocchi lungo le strade aperte dalle compagnie nel cuore delle  foreste pluviali. a polizia malese presidia i blocchi ma non si ha notizia di scontri.
I Penan vivono in Sarawak, la parte malese dell’isola del Borneo. Da vent'anni si battono per fermare il disboscamento delle loro terre ancestrali. Alcune comunità hanno avuto la meglio ma altre hanno dovuto assistere alla devastazione delle loro foreste, all’inquinamento dei loro f iumi e alla scomparsa delle piante e degli animali da cui dipende la loro sussistenza. Survival invita a inviare una lettera al govererno malese

I link:
Sostieni gli ambientalisti ucraini: http://www.salvaleforeste.it/gorky-park-lassalto-degli-uomini-in-nero.html
Proteggi la Patagonia, scrivi all'ENEL: http://www.salvaleforeste.it/un-progetto-sbagliato-minaccia-la-patagonia-scrivi-allenel.html
Proteggi il Baikal: http://www.salvaleforeste.it/proteggi-il-baikal.html
Ferma la caccia agli Indios: http://www.salvaleforeste.it/ferma-la-caccia-agli-indios.html
Chiedi alla Chevron di riparare ai danni in Amazzonia: http://www.salvaleforeste.it/chevron-amaznonia.html
Proteggere il Grande Lago della Siberia: http://www.salvaleforeste.it/proteggere-il-grande-lago-della-siberia.html
Greenpeace al Presidente indonesiano: http://www.salvaleforeste.it/greenpeace-kampar.html
Malesia: aiuta gli indigeni Penan a proteggere le foreste: http://www.salvaleforeste.it/malesia-peanan3.html

_______

 

** Close encounter with a bizarre venomous beast **

E-mail Print PDF

** Close encounter with a bizarre venomous beast **
A close encounter with one of the world’s weirdest mammals – the Hispaniolan solenodon.
< http://news.bbc.co.uk/go/em/fr/-/2/hi/science_and_environment/10149148.stm >

 


Page 10 of 20


We have 35 guests online